+39 05471796238

Può non configurarsi il reato di stalking quando un padre insiste con la propria ex per vedere la propria figlia sia pure con atti dimostrativi, abnormi ed insistenti

Lo stalking consiste in un insieme di condotte persecutorie ripetute nel tempo (es.: telefonate, molestie, pedinamenti, minacce) che provocano un danno alla vittima incidendo sulle sue abitudini di vita oppure generando un grave stato di ansia o di paura, o, ancora ingenerando il timore per la propria incolumità o per quella di una persona cara. Per quanto concerne l’elemento soggettivo del reato è sufficiente il dolo generico, consistente nella volontà di porre in essere le condotte di minaccia e molestia descritte nella norma con la consapevolezza della loro idoneità a produrre taluno degli eventi parimenti descritti nella stessa (Corte Cost. n. 172/2014; Cass. n. 20993/2012; Cass. n. 7544/2012).

La Corte di Appello di Roma con la sentenza n. 537/2018 ha confermato che l’elemento soggettivo per il reato di stalking è il dolo generico.

Nel caso de quo tuttavia la Corte riconosce che gli episodi a carico del padre erano originati dalla volontà del medesimo, pur con modalità “personalizzate e ridondanti”, di esercitare il suo diritto di visita della figlia minorenne e non ad un reale intento persecutorio in danno della ex convivente, “senza riscontrare elementi di prova che tale condotta fosse volutamente diretta a creare attorno all’ex convivente un clima di paura per la propria incolumità personale o a costringerla a mutare le proprie abitudini di vita”.

Infatti senza tali elementi di prova, per la Corte di Appello, non può dirsi dimostrato l’elemento psicologico del reato, con la conseguente assoluzione del padre per insussistenza del fatto, tra l’altro già decretata dal tribunale di primo grado.


Recensioni clienti

Studio Legale Avv. Paolo Piraccini

Recensioni clienti

C.O. 05/05/21

ProntoPro

S.C. 04/15/19

ProntoPro
Serio, disponibile e professionale mi sono trovata molto bene

L.S. 03/10/18

Email
Ha trovato un accordo per la separazione...sinceramente non ci speravo, parcella ok

M.C. 03/01/19

ProntoPro
Avv.Paolo Piraccini , ottimo avvocato , e molto sensibile sul piano umano , ascolta e ti consiglia , veloce nel dare risposte e aiuta passo dopo passo nelle procedure burocratiche ..
per la mia esperienza posso dire che non lo cambierai con un altro ..