+39 05471796238

Per poter avanzare una pretesa alimentare nei confronti dell’ex convivente di fatto, il soggetto, fra i diversi presupposti che devono sussistere, deve anche trovarsi in stato di bisogno e di incapacità di provvedere al proprio mantenimento. Per stato di bisogno s’intende la mancanza dei mezzi necessari a soddisfare i bisogni primari della persona e condurre una vita dignitosa. Tutti elementi che richiamano alla mente i presupposti di cui alla disciplina generale concernente il diritto agli alimenti ed i relativi approdi dottrinali e giurisprudenziali.

Più in particolare, chi intende fare domanda per gli alimenti avrà il gravoso onere della prova. L’istante non solo dovrà dimostrare di non potere fare fronte ai propri bisogni primari (vitto, alloggio, vestiario, ecc.), ma anche l’incapacità a procurarsi il necessario per provvedere al riguardo, valutazione quest’ultima che richiede da parte del giudice un’attenta analisi della situazione concreta, dell’età, delle condizioni di salute e delle attitudini del richiedente, nonché delle possibilità ambientali di procurarsi un lavoro.