+39 05471796238

Nel caso esaminato dalla Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 16735 del 06/08/2020 la separazione è stata addebitata al ricorrente, il marito, il quale aveva intrattenuto un rapporto “confidenziale” con un altra donna, considerato dalla moglie sintomatico del suo comportamento “infedele”. In sostanza un rapporto informativo di un investigatore, ingaggiato dalla moglie, e la testimonianza del detective stesso in giudizio hanno assunto piena prova in giudizio del tradimento, mentre la controparte, il marito, non ha fornito alcuna prova della preesistenza di una crisi matrimoniale al tradimento stesso.